GIORNATA MONDIALE DEI GIOVANI DIOCESANA

Carissimi,
la prossima settimana celebreremo insieme la Solennità di Cristo Re dell’Universo e per la prima volta coinciderà con la nuova data in cui Papa Francesco ha anticipato la celebrazione diocesana della Giornata Mondiale della Gioventù dalla Domenica delle Palme.

“Alzati! Ti costituisco testimone di quel che hai visto!” (cfr. At 26,16): è questo il tema del Messaggio del Santo Padre ai giovani in occasione della XXXVI Giornata Mondiale della Gioventù 2021, che sarà celebrata il prossimo 21 novembre nelle Chiese locali di tutto il mondo.


Il testo, firmato da Papa Francesco nella Festa dell’Esaltazione della Santa Croce, si iscrive nel ciclo dei tre messaggi che accompagnano i giovani nel cammino tra la GMG di Panama 2019 e la GMG di Lisbona 2023, tutti incentrati sul verbo “alzarsi”.
Quest’anno, i giovani sono invitati a meditare sulla conversione di San Paolo, che da “persecutore giustiziere” diventa “discepolo testimone”.

Nella nostra diocesi vivremo questo momento di preghiera in due momenti:
§ a livello diocesano con la celebrazione eucaristica domenicale presieduta dal Vescovo Daniele in Cattedrale e a seguire un momento di festa al Centro Giovanile San Luigi;
§ a livello parrocchiale verranno inviati alcuni spunti di preghiera particolare da inserire nelle celebrazioni eucaristiche parrocchiali vespertine e domenicali.

In modo particolare la celebrazione in Cattedrale avrà inizio alle 20.45 e sarà caratterizzata da gesti, simboli particolari, cromie e profumi che permetteranno ai giovani di riscoprire il valore del rito della S. Messa. Tutti i sacerdoti sono invitati a celebrare dal banco con i loro giovani e saliranno all’altare al momento della consacrazione.

Inviamo in allegato la locandina e vi aspettiamo numerosi!

A presto!

La pastorale giovanile diocesana in collaborazione con l’Azione Cattolica – settore giovani

LOFT GIOVANI – UNO SPAZIO APERTO PER LA FEDE: si ricomincia!

L’Azione Cattolica diocesana settore giovani e la Pastorale giovanile ripropongono L’INCONTRO MENSILE di ascolto della Parola di Dio, Testimonianza e Adorazione Eucaristica, rivolto a tutti i giovani. Primo incontro LUNEDI 8 NOVEMBRE; ospite don Remo Tedoldi che ci parlerà della giovinezza di Gesù. Sarebbe bello che i gruppi giovanili e i giovani impegnati in parrocchia e in diocesi siano i protagonisti di questa formazione spirituale così importante e necessaria! Buon cammino!

VOCAZIONE MISSIONARIA – GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE 2021: “TESTIMONI E PROFETI”

“Testimoni e profeti”. E’ questo lo slogan ideato dalla Direzione nazionale delle Pontificie Opere Missionarie per la Giornata Missionaria Mondiale 2021 (GMM 2021). Nel testo che segue, il direttore don Giuseppe Pizzoli spiega il motivo della scelta e approfondisce il tema della testimonianza e della profezia, in linea con il Messaggio scritto da papa Francesco per la GMM2021. 

Il mese di ottobre, nella Chiesa italiana, è particolarmente dedicato alla preparazione e alla celebrazione della Giornata Missionaria Mondiale che ricorre sempre nella penultima domenica del mese. Ogni anno questo appuntamento vuole alimentare la fraternità universale della Chiesa, ossia la comunione con tutte le Comunità Cristiane sparse nel mondo, oltre all’impegno di solidarietà con le Chiese di più recente formazione, con quelle che vivono nei paesi più poveri e con quelle che soffrono persecuzione.
Inoltre, dal punto di vista pastorale, il “mese missionario” diventa l’occasione per aiutare le nostre comunità cristiane e i tutti i credenti ad alimentare la propria “missione” nella Chiesa e nel mondo.

Il tema che proponiamo per l’ottobre missionario di quest’anno viene a completare un percorso triennale di formazione missionaria che abbiamo pensato come sviluppo del Mese Missionario Straordinario voluto da Papa Francesco nel 2019. Per comprendere meglio il senso e il valore del tema proposto è bene ricordare la sequenza:

  • “Battezzati e inviati”: riscoprire la vocazione missionaria che è di tutti i battezzati (2019);
  • “Tessitori di Fraternità”: vivere il progetto di Gesù come discepoli che amano come Lui ha amato (2020);
  • “Testimoni e Profeti”: annunciare il Regno di Dio, che verrà e che è già germogliato in mezzo a noi (2021).

TESTIMONI E PROFETI: siamo chiamati a guardare questo tempo che viviamo e la realtà che ci circonda con occhi di fiducia e di speranza. Siamo certi che, anche nel mezzo della pandemia e delle crisi conseguenti che ci accompagneranno per molto tempo ancora, il Signore non ci ha mai abbandonato e continua ad accompagnarci. Il Regno di Dio non è solo una promessa per un futuro che sentiamo ancora troppo lontano. Il suo Regno è già inaugurato, è già presente: ne sappiamo leggere i segni e, da autentici missionari, lo facciamo conoscere perché sia una speranza rigeneratrice per tutti.

Anche il Messaggio di Papa Francesco per la Giornata Missionaria Mondiale ci esorta ad essere testimoni e profeti, con lo stesso coraggio di Pietro e Giovanni che, davanti ai capi del popolo e agli anziani, non hanno paura di dire: «Non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato» (At 4,20). Papa Francesco dice: “Nel contesto attuale c’è bisogno urgente di missionari di speranza che, unti dal Signore, siano capaci di ricordare profeticamente che nessuno si salva da solo. Come gli Apostoli e i primi cristiani, anche noi diciamo con tutte le nostre forze: «Non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato» (At 4,20)”. E più avanti Papa Francesco aggiunge: “I primi cristiani, lungi dal cedere alla tentazione di chiudersi in un’élite, furono attratti dal Signore e dalla vita nuova che Egli offriva ad andare tra le genti e testimoniare quello che avevano visto e ascoltato: il Regno di Dio è vicino. Lo fecero con la generosità, la gratitudine e la nobiltà proprie di coloro che seminano sapendo che altri mangeranno il frutto del loro impegno e del loro sacrificio. Perciò mi piace pensare che «anche i più deboli, limitati e feriti possono essere [missionari] a modo loro, perché bisogna sempre permettere che il bene venga comunicato, anche se coesiste con molte fragilità”.

QUI E’ POSSIBILE SCARICARE LO SCHEMA PER L’ADORAZIONE EUCARISTICA: