10 COMANDAMENTI: ALCUNE TESTIMONIANZE

La mia esperienza con i 10 comandamenti è quella di un luogo determinante, “pericoloso”: ci si gioca la vita. E l’esperienza di tanti miei amici che hanno visto la loro vita cambiata da questo annuncio lo conferma.

Mi era capitato di essere invitato ai 10 comandamenti una prima volta e di essere stato completamente indifferente. Non capivo l’entusiasmo ed il coinvolgimento della persona che mi aveva invitato, un carissimo amico e dopo un paio di incontri ho deciso che non ne valeva la pena. In realtà il mio pregiudizio mi aveva fatto decidere ancor prima di iniziare.

Due anni dopo sono stato invitato nuovamente dalla stessa persona. La musica era la stessa, ma a me sembrava incredibilmente interessante e attraente, avvertivo che era suonata proprio per me! Un’attrazione senza fine, attraversavo Milano tutti i giovedì sera. Non potevo fare a meno di andare perché c’era Uno che, attraverso la semplicità ed il limite di alcuni fratelli, parlava proprio a me, al mio bisogno di infinito, alla mia vita. Insomma era come l’aria, come aver fame ed aver trovato uno chef pentastellato che cucina per te, e per di più gratis. E’ stato come un nuovo battesimo, l’inizio della mia conversione.

Davide

img_0291

L’équipe

Ho fatto l’esperienza delle 10 Parole nel 2005. Ero in un periodo particolarmente confuso, avevo una relazione da due anni ma capivo che non stava portando da nessuna parte. Ero infelice e affaticata e c’era qualcosa che non mi quadrava nella mia esistenza da 35 enne. Una cara amica mi ha invitato alle Catechesi, all’epoca abitavo a Cremona e le catechesi erano la domenica sera a Monza a Santa Maria delle Grazie. Al momento ho pensato che fosse un po’ una follia andare ogni domenica a Monza facendo 240 km tra andata e ritorno, ma sin dai primi incontri ogni dubbio si è dissolto, valeva la pena vivere questa follia. Attendevo con trepidazione la domenica sera per tutta la settimana perchè quelle Parole sembravano pensate proprio per me. Inizialmente ho avuto il dubbio che la mia amica avesse raccontato la mia situazione a Fra Renato (lui teneva le catechesi) tanto era pertinente la Parola con la mia vita ma poi, confrontandomi con altre persone presenti, mi sono accorta che era comune a tutti la sensazione: quella Parola calzava a pennello per ognuno di noi, seppur in realtà di vita diverse.

Ho vissuto il Cammino con grandissimo interesse, non mi sono mai persa un incontro, tanta era la sete e il bisogno di continuare a capire quello che il Signore mi stava dicendo, stravolgendo per certi versi, la visione che avevo sempre avuto della Fede. Sono cresciuta in una famiglia credente e praticante, ho sempre frequentato attivamente l’oratorio ma i Comandamenti li avevo sempre vissuti come un dovere a mai come una opportunità: una grandissima rivelazione piena di Bellezza che mai avevo sperimentato nella mia vita.

Per me oggi, i 10 Comandamenti rimangono in assoluto l’esperienza più bella della mia vita, un Cammino non sempre facile durante il quale ho dovuto mettermi molto in discussione. Ci sono stati momenti faticosi, di resistenza, perché la mia indole è testarda, ma l’evidenza della Verità di quella Parola, pregnante e cucitami addosso come un abito perfetto, mi ha inevitabilmente spinto a continuare fino in fondo scoprendo una modalità a me totalmente nuova di vivere la vita e di incontrare Cristo nella mia vita di ogni giorno.

Con profonda gratitudine e nella semplicità e piccolezza di ciò che sono mi sono messa a disposizione, perché è un Dono ricevuto talmente grande che non posso fare a meno di condividerlo.

Rosy

img_0293

Lunedì 3 ottobre 2016: il vescovo Oscar incontra l’équipe

Ho fatto il cammino dei 10 comandamenti dieci anni fa dal 2005 al 2007. Fu una suora alcantarina di Assisi a consigliarmi caldamente di vivere questa esperienza. In quel periodo il posto più vicino dove si facevano i 10 comandamenti era al Santuario Madonna delle Grazie a Monza. Quindi ogni domenica facevo all’incirca tra andare e tornare 100 km. I motivi per cui ho deciso di vivere questo cammino inizialmente erano due: l’ obbedienza al consiglio datomi dalla mia amica suora e la curiosità. Poi però le cose sono cambiate, mi ricorderò sempre le prime catechesi quando mi si diceva di venire agl’incontri ” come sei”: ” se sei arrabbiato vieni con la tua rabbia, se sei gioioso vieni con la tua gioia,se sei dubbioso vieni con i tuoi dubbi.” In poche parole mi dicevano:” se vuoi vivere in pienezza i 10 comandamenti porta la tua storia, perché qui c’è  una persona che ha una parola  da dire a te per la tua vita.” Questa in seguito  è stata la mia motivazione principale che domenica  dopo domenica mi accompagnava agl’incontri: il sapere che una persona, Gesù  Cristo, che ha una parola da dire a me per la mia vita. Col tempo il cammino fatto dei 10 comandamenti mi ha aiutato e continua a sostenermi nelle situazioni  belle e meno belle che la vita mi mette davanti.

Fabio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...